I carabinieri della Stazione di Ortigia hanno arrestato, su ordine dell’Autorità Giudiziaria, un pregiudicato siracusano di 36 anni che nel 2020 si era reso responsabile di diversi episodi di furto in attività commerciali del centro storico.

All’arrestato sul quale pendeva una condanna residua di 5 mesi di reclusione, era stato concesso il beneficio dell’affidamento in prova ai servizi sociali, ma i Carabinieri hanno accertato che il soggetto non rispettava le prescrizioni della misura e che almeno in una circostanza aveva fornito false generalità per eludere un controllo. Attendeva, quindi, il trasferimento in carcere per scontare la pena ma prima di farsi prendere avrebbe voluto godersi le ultime ore di libertà. Nei giorni scorsi, prima dell’arresto, l’uomo si sarebbe recato nell’area parcheggio di un ristorante, situato in via Elorina a Siracusa ed avrebbe preso di mira uno scooter. Nel portaoggetti, il 36enne avrebbe trovato la carta di credito del proprietario ma cosa più importante il Pin: a quel punto, avrebbe deciso di spendere dei soldi e così avrebbe contattato un’amica, invitandola a cena, pagandola con la carta di credito rubata.

Non soddisfatto, avrebbe pensato di fare un prelievo e si sarebbe messo in tasca 1000 euro ma i carabinieri erano ormai sulle sue tracce dopo la denuncia del proprietario dello scooter.

Vista la sua condotta, l’Autorità Giudiziaria ha disposto la revoca dell’affidamento per scontare il resto della pena in carcere. I militari lo hanno così rintracciato e condotto a Cavadonna.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: