Siracusa. Salvaguardia in mare, il Comandante della Capitaneria di Porto incontra gli amministratori comunali

Il Comandante della Capitaneria di Porto di Siracusa, Capitano di Vascello Sergio Lo Presti, ha voluto incontrare i rappresentanti dei Comuni rivieraschi, delle imprese impegnate per ragioni commerciali e turistico ricreative nelle diverse attività marinare che si svolgono nel periodo estivo ed i rappresentanti delle forze di polizia con le quali, come ogni anno, sono state svolte in sinergia svariate attività di controllo nell’ambito del Compartimento Marittimo di Siracusa ai fini della salvaguardia della vita umana in mare e della sicurezza marittima oltre che quelle svolte sotto il coordinamento della Prefettura e Questura di Siracusa.
L’oggetto degli incontri consisteva nel ben definire le criticità emerse nel corso della stagione balneare 2021, evidenziando alcuni elementi migliorabili in prospettiva futura. Nello specifico, per le aree di competenza delle Amministrazioni Comunali, è stata ribadita la necessità di installare le postazioni del servizio di salvataggio e la prevista cartellonistica monitoria ai fini della salvaguardia della vita umana in mare, oltre che ribadire la rilevanza – per i fruitori dei litorali – delle informazione inerenti ai pericoli di frane e smottamenti nelle località ove sono presenti fenomeni di erosione costiera.
Anche i gestori degli stabilimenti balneari sono stati invitati a regolarizzare le postazioni di salvataggio con il previsto numero di assistenti bagnanti in relazione all’estensione del tratto di spiaggia in concessione.
A tal proposito, la formazione di nuovi assistenti bagnanti nel territorio aretuseo sarà sicuramente agevolata, rispetto agli anni precedenti, poiché da poco tempo è attiva nella città di Siracusa una delegazione, di un’accreditata Federazione, autorizzata al rilascio di brevetti per assistenti bagnanti in mare.
Importanti tematiche sono state affrontate anche con i rappresentanti delle società/ditte che svolgono attività di noleggio, locazione di unità da diporto ed appoggio alle immersioni subacquee, ribadendo l’importanza di operare nel pieno rispetto delle disposizioni a tutela della sicurezza della balneazione e della navigazione nonché rispettare il delicato ecosistema marino dell’Area Marina Protetta del “Plemmirio” per lo svolgimento di attività ludico ricreative e commerciali.

Siracusa, bagnante disperso in mare - Digitale terrestre free: canale 652


In ultimo, il Comandante Lo Presti – nell’anticipare lo svolgimento di prossimi ed ulteriori momenti di confronto con i suddetti soggetti ed enti intervenuti circa le medesime tematiche – ha voluto, altresì, ribadire alle singole realtà locali, istituzionali e non, quale auspicio per la prossima stagione, di adottare ogni utile strumento per garantire un “sicuro” utilizzo del “bene mare”, poiché, il rispetto dell’Ordinanza di sicurezza balneare e delle altre pubblicate sul sito web della Capitaneria di porto di Siracusa (http://www.guardiacostiera.gov.it/siracusa/Pages/ordinanze.aspx), unitamente al senso di responsabilità di ogni privato cittadino, rappresentano i fattori imprescindibili per costituire un valido strumento di prevenzione dagli incidenti in mare e salvaguardare le risorse naturali marittime presenti sul territorio.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: