Siracusa. Santuario Madonna delle Lacrime, Rettore: “Segnali di ripresa nonostante ostilità del Comune”

“Nonostante le incomprensibili ostilità dell’Amministrazione Comunale di Siracusa, il Santuario registra segnali di ripresa, accogliendo piccoli gruppi di pellegrini organizzati”. Così si esprime, in un comunicato diffuso alla Stampa, il Rettore della Basilica-Santuario Madonna delle Lacrime, padre Aurelio Russo.
“Sin dalle prime settimane di Settembre – prosegue il Rettore – il Santuario, ha visto l’alternarsi – nel rispetto delle normative vigenti anticovid – di iniziative spirituali e comunitarie. Gli Incontri Regionali delle Famiglie del Rinnovamento nello Spirito, il Pellegrinaggio degli Ammalati dell’Unitalsi della Sicilia-Orientale, il Cammino
Diocesano Neocatecumenale, i Gruppi Regionali di Preghiera “P. Pio” e l’apertura del Sinodo nella fase Diocesana rappresentano un piccolo segnale di speranza e di ripresa”.
“La pandemia – ha proseguito padre Aurelio – ha mortificato le attività in presenza, privandoci dell’incontro e della
condivisione. La Madonna delle Lacrime di Siracusa benedica i progetti futuri e il rilancio della missione del Santuario”.
Intanto, il prossimo 14 novembre 2021, si celebrerà la Giornata Mondiale dei Poveri, indetta da Papa Francesco sulle parole di Gesù: «I poveri li avete sempre con voi» (Mc 14,7).
La giornata, giunta alla sua quinta edizione, viene celebrata all’inizio del cammino sinodale, incentrato sull’ascolto e sull’incontro. Ascolto che passa anche attraverso tutti i servizi di prossimità, che ogni giorno si presentano all’attenzione della Comunità Diocesana e delle parrocchie, nell’accoglienza e nel conforto di chi è fragile e bisognoso.
“La Basilica-Santuario Madonna delle Lacrime – sottolinea il Rettore – offre attraverso la Casa Carità San Giuseppe un servizio di volontariato che accompagna le famiglie bisognose cercando di venire incontro alle loro necessità quotidiane”.

LE RELIQUIE DI PADRE PIO AL SANTUARIO MADONNA DELLE LACRIME - Chiese di  Sicilia

Anche in occasione della 5^ Giornata Mondiale dei Poveri, in comunione col Papa, saranno predisposti due punti di
distribuzione per tutta la giornata: la Cappella di Santa Lucia in Basilica e la Casa Carità San Giuseppe posta all’ingresso principale del Santuario. L’iniziativa coinvolge tutta la comunità ecclesiale, e propone – “a chi può dare” – di depositare il proprio contributo, portando principalmente cibo per i bambini e – “a chi è nella necessità” – di ritirare gli alimenti messi a disposizione delle famiglie bisognose.
Alle 17.30, infine, sarà celebrata la Santa Messa di ringraziamento al Signore, “affinché insegni la strada dell’attenzione, della condivisione e della comunione”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: