Siracusa. Sit in di protesta del sindacato pensionati davanti a Palazzo Vermexio: “Sindaco, ci snobbi”

Palazzo Vermexio - SicilanMagpie

I pensionati di Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil Siracusa, insieme con le rispettive confederazioni provinciali, hanno organizzato un sit-in di fronte alla sede del Comune di Siracusa, in piazza Duomo. “Il Sindaco Italia ci snobba: non solo il sindacato ma dimostra di non essere interessato agli anziani, ai disabili e ai non autosufficienti della sua città. Al suo silenzio si aggiunge la totale assenza dell’Amministrazione che regge.”
È questo il commento dei segretari generali di SPI Cgil, FNP Cisl e UIL Pensionati, Valeria Tranchina, Vito Polizzi ed Emanuele Sorrentino, al termine della manifestazione tenutasi, ieri, davanti all’ingresso di Palazzo Vermexio per protestare contro il totale silenzio progettuale e organizzativo che avvolge il Distretto socio-sanitario 48 di cui il Comune capoluogo è il capofila.
“Gli anziani sono stati costretti a scendere in piazza per essere ascoltati – aggiungono i segretari – Da tre anni attendiamo una convocazione da parte del Sindaco che anche oggi si è sottratto al confronto. Massimo rispetto per la Segretaria Generale del Comune che ci ha ricevuti, ma non abbiamo più bisogno di atti di cortesia. Vogliamo parlare con chi amministra e prende decisioni politiche. Ci hanno detto che il 24 novembre vogliono parlarci in remoto. Bene, ma ci saremo a condizione che anche il Sindaco sia presente alla riunione.”
A Siracusa, in rappresentanza delle tre sigle regionali dei Pensionati, il segretario generale della FNP Sicilia, Alfio Giulio.
“Martedì prossimo porteremo il caso Siracusa e l’atteggiamento di questo sindaco al tavolo con l’assessore regionale Scavone – ha annunciato Giulio – È un paradosso che la categoria più a rischio in questo periodo di pandemia sia costretta a scendere in piazza per essere ascoltata. I fondi ci sono, le donne, gli uomini, anziani, disabili, non autosufficienti che hanno bisogno di servizi sono tantissimi. Adesso basta, ci si attivi oppure si faccia un passo indietro e ci si assuma la responsabilità di quanto non si sta facendo.”
Il sindacato provinciale dei Pensionati ha ribadito, ancora una volta, le richieste fatte in tante altre occasioni e mai soddisfatte.
“Qui non si progetta, non ci si confronta con le forze sociali, si perdono fondi – continuano Tranchina, Polizzi e Sorrentino – La nostra disponibilità a contribuire alla individuazione delle emergenze e delle esigenze resta per rispetto di quanti rappresentiamo e di quanti non hanno voce. La politica, in questo caso il Sindaco di questa città, deve avviare immediatamente una contrattazione sociale permanente.
Ad Augusta e Canicattini Bagni abbiamo trovato due sindaci illuminati – concludono i segretari generali di SPI Cgil, FNP Cisl e UIL Pensionati territoriali – Il primo cittadino di Siracusa, capofila di un distretto importante, si attivi, finalmente, per occuparsi di una larga fetta di popolazione. Si accorgerà che potrà guadagnare posizioni per la qualità della vita e, strano ma vero, creare occupazione. Ci dica se vuole tutto questo.”

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: