SIRACUSA. TACCHEGGIANO AL SUPERMERCATO E FINISCONO COL COMMETTERE UNA RAPINA IMPROPRIA: I CARABINIERI DENUNCIANO UN UOMO ED UNA DONNA.

Due siracusani, R.T. 30 anni e C.S. 26 anni, entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio,
sono stati denunciati in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria poiché responsabili in concorso tra loro di
una rapina impropria commessa all’interno di un supermercato di Siracusa.
I due, entrati all’interno del negozio, apparentemente come normali clienti, si sono furtivamente avvicinati
agli espositori degli alcolici ed hanno asportato 10 bottiglie di liquori, nascondendole abilmente dentro una
capiente borsa ed all’interno dello zaino della bambina di tre anni che era con loro. Le loro manovre non
sono passate, tuttavia, inosservate all’occhio di una guardia giurata in servizio, che li ha fermati mentre
oltrepassavano la linea delle casse senza pagare. I due sono stati, quindi, condotti presso una saletta
appartata nella quale, all’atto della contestazione degli addebiti, hanno dato in escandescenza, aggredendo il
vigilante. Dopo averlo strattonato e spinto, i due sono riusciti ad uscire dalla stanza e a fuggire,
allontanandosi a bordo di un’autovettura unitamente ad una terza persona non ancora identificata.

La loro fuga non è stata tuttavia decisiva: gli immediati accertamenti svolti dai Carabinieri della stazione di
Priolo Gargallo, mediante la visione delle immagini registrate da sistema video/sorveglianza, hanno
permesso di giungere alla chiara identificazione dei due soggetti.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: