SIRACUSA. “UN CAMBIAMENTO RADICALE NEI MODELLI DI VITA E DI ACCOGLIENZA TURISTICA ALL’INDOMANI DELLA PANDEMIA”. LA TESI DI FABIO GRANATA

Fabio Granata: “Il Parco Archeologico di Siracusa apra una nuova ...

“Venezia a Ortigia, da Taormina a Noto, da Firenze a Roma, si dovrà finalmente tornare al Viaggio e ai Viaggiatori, andando oltre il turismo di massa e puntando tutto sulla sicurezza sanitaria, la vivibilità e l’equilibrio.
Sostenibilità, consapevolezza e qualità saranno elementi centrali e indispensabili per un nuovo Grand Tour che dalla Sicilia alla possibile dimensione nazionale, potranno dare vita a una stagione 2020 che, pur ridimensionata sotto l’aspetto numerico e quantitativo, potrà non solo far andare oltre la crisi i molteplici settori interessati ma preparare al meglio le prossime stagioni su modelli nuovi e più rigorosi e attenti alla qualità della vita”. Questa la tesi dell’assessore al turismo del Comune di Siracusa, Fabio Granata.
“A Siracusa – prosegue -si potrà utilizzare al meglio lo spazio urbano ma senza assedi generalizzati di tavoli e sedie ovunque. Con il Sindaco e la Giunta ci faremo trovare pronti a una stagione diversa dalle altre, in attesa che si perfezioni la fattibilità e la programmazione di un cartellone di eventi culturali che, iniziando dalle Rappresentazioni Classiche (l’Inda deve sciogliere presto il nodo sulla stagione e su altri contributi che potrà e dovrà dare alla Città) possa iniziare a disegnare una stagione che potrà e dovrà portarsi fino al dicembre 2020.
Meno macchine, meno caos, meno confusione e più qualità e serenità nell’accoglienza dei Viaggiatori di altre città siciliane e, speriamo, italiane”. Fabio Granata conclude: “La Sicilia in generale e Siracusa e il SudEst in particolare hanno tutte le caratteristiche per diventare un modello di nuovo Viaggio nella più grande stratificazione storica, monumentale, paesaggistica e ambientale del Pianeta.Ma servono esempi e non chiacchiere, soprattutto da parte degli imprenditori del settore che dovranno essere i primi a migliorare la qualità dei servizi e a cogliere lo “spirito dei tempi”. Insieme a Francesco Italia e ai Sindaci del SudEst ci faremo trovare pronti”

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: