Realizzare un secondo parcheggio in via Tisia. È quanto si propone il Ce.na.co. (Centro naturale commerciale) Acradina Grottasanta attraverso un accordo con l’istituto “Quintiliano”. A tal proposito vi è stato un incontro preliminare tra i rappresentanti del Ce.na.co, Franco Veneziano e Angela Tarascio, e la dirigente del Liceo Quintiliano, Simonetta Arnone. L’esito dell’incontro è stato positivo in quanto è stato raggiunto l’accordo. Adesso si attende il tavolo tecnico con il Libero Consorzio (ex Provincia), proprietario dell’immobile, per il nullaosta definitivo.

“Un incontro nel segno della disponibilità e dell’ascolto, quello con la preside Arnone – ha dichiarato il consulente del Ce.na.co, l’architetto Giuseppe Di Guardo, – volto a trovare soluzioni al problema cronico dei parcheggi su cui i commercianti stanno ragionando da tempo. Vi è la disponibilità della preside Arnone di liberare un’area all’aperto nei pressi del plesso che consentirebbe un numero di stalli anche abbastanza significativo, una cinquantina circa. Restano da far conciliare i tempi della scuola con quelli dei commercianti”.

Ma su questo punto ci sarebbe già un accordo di massima: nel periodo scolastico, il parcheggio sarà disponibile tutti i giorni dalle 18 alle 20, mentre il sabato per tutta l’intera giornata. Nel periodo estivo, dal 10 di luglio sino al 31 agosto, il parcheggio sarà aperto tutti i giorni, mattina e pomeriggio. Altro argomento trattato è stato quello relativo alla piantumazione di alberi di medio fusto sempre nell’area del Quintiliano.

“Anche su questo punto c’è stata la massima disponibilità della presidenza – ha aggiunto Di Guardo -. Ovviamente il Ce.na.co. si farà carico di interloquire con il Libero Consorzio. Insieme, si vaglierà l’ipotesi di piantumare alberi laddove questi risultassero adeguati rispetto alla consistenza del sottosuolo e alla distanza dal fabbricato”.

“Un grosso risultato, un sogno inseguito da tempo, quello del parcheggio nel cortile del Quintiliano – ha commentato il presidente del Ce.na.co, Franco Veneziano -; un polmone verde per 50 posti auto, completamente gratuito e custodito. Un progetto che presto farà il paio con la realizzazione dell’oasi di verde, arredo urbano, zona relax con panchine ed area gioco per i bambini”.

Siracusa, un nuovo parcheggio in arrivo in via Tisia - QdS

A metà luglio vi sarà l’incontro con i tecnici dell’ex Provincia per la sottoscrizione del protocollo d’intesa. Sul progetto di piantumazione esposto dal Ce.na.co. esprime la propria perplessità l’ex assessore al Verde pubblico, Carlo Gradenigo: “Alla fine il rischio è che gli alberi da ombra su via Tisia/Pitia non ci saranno. A deciderlo (si legge), sarebbe il Ce.na.co. e gli esperti da questi interpellati, tra i quali non figurano agronomi. Le motivazioni di tale scelta affidate a architetti e ingegneri sono surreali e vanno dalla difficoltà a garantirne l’irrigazione, manutenzione ma anche sicurezza. C’è chi parla di impossibilità di crescita e pericolo crollo a causa del sottosuolo roccioso. Un’area dove sono stati eretti palazzi di 10 piani e relative fondamenta, una strada sotto la quale ad altezze differenti scorrono sottoservizi e tubazioni di ogni genere e dove qualche mese fa una macchina finì proprio dentro un fosso realizzato per la posa della fibra, si contesta l’impossibilità di realizzare 4 formelle da 1mt di profondità per l’impianto degli alberi”.

“In questo quadro – conclude Gradenigo – chiediamo all’Amministrazione e al Sindaco di intervenire interrompendo il silenzio e assicurando un progetto pubblico il cui impianto a verde andrebbe a migliorare la qualità della vita di un quartiere di oltre 20.000 abitanti”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: