SIRACUSA. VENDE PER ERRORE DROGA AD UN POLIZIOTTO: ARRESTATO IN VIA IMMORDINI

Controlli anti coronavirus, fermati in sei dalla polizia in due ...

In tempi di coronavirus, continuava a fare affari con la droga a Siracusa. Così Agenti della Squadra Mobile hanno arrestato Salvatore De Simone, 35 anni, , siracusano, già conosciuto alle forze di polizia, per i reati di detenzione e spaccio di stupefacenti, per minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale.
L’uomo è stato colto nella flagranza del reato di spaccio di cocaina e marijuana. Nel pomeriggio di ieri, nel corso di predisposti servizi finalizzati al contrasto delle piazze dello spaccio, gli investigatori della Squadra Mobile hanno notato in uno stabile di Via Immordini, un giovane ricevere delle dosi di droga da una feritoia di un portone. Avvicinatisi al portone, i poliziotti riconoscevano De Simone che, non intuendo che si trattava di poliziotti, gli consegnava una dose di stupefacente dalla stessa fessura dalla quale aveva spacciato la dose poco prima, chiedendogli 10 euro.
De Simone, riconosciuti i poliziotti, lasciava cadere la droga e scappava. Gli Agenti, riusciti ad entrare nello stabile hanno visto una donna che dal lato opposto cercava di occultare qualcosa sotto uno scooter, prima di allontanarsi. Riconosciuta la donna come la madre di De Simone, gli operatori hanno raccolto l’oggetto mal nascosto dalla stessa, rinvenendo un marsupio contenente 475 involucri di marijuana e 146 dosi di cocaina, oltre a denaro contante.Recuperato e sequestrato tutto lo stupefacente, gli Agenti hanno, infine, effettuato una perquisizione nell’abitazione di De Simone e della madre, traendo in arresto l’uomo.
Durante le fasi dell’arresto, De Simone, che è stato posto ai domiciliari, ha minacciato e ingiuriato pesantemente i poliziotti

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: