“Grandi manovre dell’amministrazione comunale di Siracusa, pronta a distruggere anche quello che di buono si era fatto alla Cittadella dello sport.” Lo scrive sul suo profilo Facebook, l’ex sindaco Giancarlo Garozzo, che è pure responsabile regionale alla Legalità di Italia Viva. Garozzo prosegue:” Non volendo entrare nel merito del contenzioso tra gestore e Comune, non si capisce come il Comune possa revocare la gestione al privato e al contempo non pensare a come gestire l’impianto. Roba a dir poco imbarazzante e senza alcuna logica, soprattutto se questo prevede il congelamento da parte dei fruitori del pagamento a chi ne ha la “custodia”. Chi dovrebbe garantirne la fruizione? Chi dovrebbe pagare le pulizie e chi le manutenzioni ordinarie? Silenzio totale sulla Cittadella nel caos voluto scientificamente dall’amministrazione comunale. E così capita che partite ufficiali non possano essere giocate perché i cancelli sono chiusi di domenica. Anche se le scelte di questa amministrazione appaiono assurde, su molti fronti, non si capisce questo atteggiamento a cosa porti: da mesi una situazione catastrofica, ma sembra quasi che il problema sia solamente dei fruitori e l’amministrazione comunale, con a capo il sindaco, si atteggi sempre più a Ponzio Pilato”.

Siracusa, il caso della Cittadella dello Sport: lettera aperta sulla revoca  della concessione | Nuovo Sud

“Ora, non domani – conclude Garozzo – deve essere chiaro chi gestisce la struttura, chi deve garantire il corretto funzionamento, chi apre i cancelli e chi riscuote le quote”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: