SORTINO. APPROVATO IL PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

Sortino ai tempi del CoViD-19, una storia da raccontare: Il Gruppo ...

Per la prima volta dopo 50 anni, il Comune di Sortino si è dotato del Piano comunale di Protezione civile, con relativo regolamento. L’approvazione è avvenuta durante l’ultima seduta del Consiglio comunale del 15 luglio e nei prossimi giorni sarà redatto un opuscolo – predisposto dall’architetto Ketty Tamà che ha redatto il Piano – che verrà distribuito a tutte le famiglie che avranno così a casa una guida su come comportarsi in caso di calamità naturali.
Durante l’ultimo Consiglio comunale è stata anche approvata una manovra da circa 115 mila euro a favore delle fasce più deboli della popolazione con il voto favorevole della maggioranza e del consigliere Simona Cammarata, che ha votato in difformità rispetto all’opposizione. Un’integrazione economica per completare i servizi fino a fine anno pari a 63 mila euro per assistenza domiciliare dei diversamente abili, 14 mila per gli anziani (più quasi 4 mila con il 5 per mille), 3 mila euro di contributi alle famiglie, 20 mila euro per il servizio scuola bus agli alunni diversamente abili.
È stato inserito anche un nuovo capitolo da 20 mila euro per quanto riguarda il rimborso chilometrico per le famiglie con bambini disabili che devono fare terapie fuori Sortino. Tra gli emendamenti approvati dalla maggioranza, anche la possibilità di incrementare il suolo pubblico gratuitamente del 50% per le attività di ristorazione. Il consigliere Cammarata è stata eletta dalla maggioranza vicepresidente del Consiglio comunale.
“Sempre più attenzione ai cittadini e un aiuto concreto per le fasce deboli – le parole del sindaco Vincenzo Parlato – un ulteriore passo avanti dell’amministrazione nonostante il momento economico non certo facile anche per via dell’epidemia covid”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: