Sortino. Approvato il progetto esecutivo di efficientamento energetico dell’asilo nido comunale


A Sortino è stato approvato il progetto esecutivo per l’efficientamento energetico dell’asilo nido comunale.
L’intervento, il cui importo complessivo è pari a 256.058,62 euro è stato finanziato con i fondi del Po Fesr Misura 4.1.1 a seguito del bando dell’assessorato regionale all’Energia, finalizzato a promuovere l’eco efficienza e la riduzione dell’energia primaria degli edifici e delle strutture pubbliche. Il progetto ha già ricevuto il parere igenico sanitario e quello dell’Energy manager comunale e a giorni saranno avviate le procedure per l’affidamento dei lavori di realizzazione dell’infrastruttura.
Dopo il Palazzo comunale e la scuola materna di via Pantalica, i cui lavori di efficientamento sono stati completati, si passa quindi a questo ulteriore intervento che, sulla base della diagnosi energetica prevede l’installazione del cappotto termico mediante l’impiego di materiali eco- compatibili (che oltre al risparmio energetico permetterà di migliorare il confort dell’ambiente interno anche durante il periodo estivo); la messa in opera di un sistema di automazione con tecnologia Bacs; la realizzazione di un impianto fotovoltaico, che consenta di ridurre il consumo di energia primaria proveniente da fonti fossili; un innovativo impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria; la sostituzione dei corpi illuminanti esistenti con nuove
lampade a tecnologia Led, che oltre a consumare meno energia hanno una durata media almeno 100 volte superiore rispetto a quelle ad incandescenza; la sostituzione del refrigeratore a pompa di calore. Tutti gli interventi sono previsti nel Piano comunale di energia sostenibile, che prevede la progressiva riduzione dei consumi con conseguente risparmio energetico e minori emissione di CO2 nell’ambiente.
“Stiamo portando a termine tutti gli interventi pianificati all’inizio della legislatura – dice soddisfatto il sindaco Vincenzo Parlato – dimostrando particolare attenzione alla tutela e al rispetto dell’ambiente che rappresentano la nostra vera ricchezza, ma conseguendo nel contempo consistenti riduzioni della bolletta energetica e delle spese per la manutenzione degli impianti”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: