Appuntamenti ‘sold out’, con scuole che continuano a chiedere visite guidate.

Trascinato dal fascino dell’Etna e dello Stromboli, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), Osservatorio etneo, di Catania ha fatto il ‘pieno’ di studenti per la quarta Giornata dell’Alfabetizzazione sismica dell’Ingv che mira a promuovere la conoscenza di terremoti, ambiente e vulcani e dell’importanza della prevenzione sismica e la salvaguardia della Terra.
Incuriositi dai moderni sismografi, affascinati da quelli ‘storici’, alunni e studenti seguono appassionati gli incontri.
“Per i terremoti – spiega il direttore dell’Ingv, Osservatorio etneo, di Catania, Stefano Branca – hanno stupore e paura. Il sisma lascia ricordi del momento, quando non ci sono danni. E dire che viviamo in una zona dell’Italia, quella della Sicilia Sud-Orientale e l’aera dello Stretto di Messina, dove si sono verificati i due eventi di maggiore energia in tempi storici, prima cioè della registrazione dei terremoti: Val di Noto e Messina”.

La manifestazione punta, anche, a fare crescere tra i ragazzi la cultura della prevenzione e dei comportamenti da tenere durante un evento sismico: “da questo punto di vista – sottolinea Branca – l’incontro con le scuole ha grande valore e importanza”. Ma la curiosità maggiore degli studenti resta sulle eruzioni. “I ragazzi guardano incantati le immagini di Etna e Stromboli – osserva Branca – e il vulcano attivo più alto d’Europa conferma il suo grande fascino, anche grazie ai social.
Nel 2021 il nostro sito (www.ct.ingv.it, ndr) con l’intensa attività dell’Etna ha fatto 140milioni di accessi e oltre 3milioni di contatti giornalieri”. Etna dove dal 27 novembre scorso è in corso un’eruzione sommitale con una colata costantemente alimentata che arriva nella desertica Valle del Bove che, spiega Branca, “rientra nella normale attività del vulcano”.
 Il programma dell’Open day ‘Parole per la terra’ dell’ Ingv a Catania comprende anche il seminario ‘Alla scoperta del Vulcano di casa nostra’, a cura di Boris Behncke, visite nella sala operativa dell’Osservatorio etneo, mostre su ‘Telerilevamento dei gas vulcanici tramite Ftir’ e ‘Ingv per un mondo più sicuro’ (ANSA).

Condividi
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: