Stop del governo a nuove risorse per prorogare il Superbonus 110%. Nelle riunioni sul decreto Aiuti (relatori Alessandro Cattaneo per Forza Italia e Ubaldo Pagano del Pd) il governo, rappresentato dal ministro per i rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, e dalla viceministra all’Economia, Laura Castelli, ha escluso nuovi fondi, a cominciare da quelli per le villette.

Il Mef ha però aperto alla possibilità di allargare il meccanismo di cessione dei crediti generati dai bonus fiscali.  Si ipotizzava di estendere la cessione oltre che alle banche a pmi e partite Iva, escludendo le persone fisiche. Lo sblocco è infatti fondamentale per molte imprese della filiera delle costruzioni che non riescono a cedere i propri bonus e sono a rischio fallimento.

Ai fondi già finiti dell’incentivo non ne verranno aggiunti altri.

Si tratta sulle cessioni

Da parte del governo, non ci sarebbe quindi la disponibilità a mettere in campo ulteriori risorse per il Superbonus. All’incontro le criticità di copertura delle misure, viene riferito, sono state illustrate dal capo di gabinetto del Mef, Giuseppe Chinè. Ci sarebbe però l’intenzione di verificare la possibilità di allargare le maglie del meccanismo delle cessioni, ampliandolo ad altri soggetti oltre alle banche, con la sola esclusione delle persone fisiche.

Superbonus, no del governo a proroga

Superbonus: vertice Cna ricevuto da Franco, focus su crediti d’imposta

Il Presidente di Cna, Dario Costantini, e il segretario Generale, Sergio Silvestrini, hanno incontrato il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, nella sede del Ministero di via Venti Settembre. Nel corso del cordiale colloquio il presidente e il segretario, si legge in una nota, “hanno evidenziato le preoccupanti difficoltà per decine di migliaia di imprese della filiera delle costruzioni che non riescono a cedere i crediti d’imposta legati ai bonus per la riqualificazione degli immobili a causa del congelamento del mercato”. Il Ministro Franco ha ascoltato con attenzione il quadro illustrato dalla Cna, sottolineando che il tema è all’attenzione del Governo.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: