Superficialità e disinteresse sul futuro dell’Industria in Sicilia, Giovanni Cafeo: “Il Governo la smetta di perdere tempo e si assuma le sue responsabilità”

Covid-19, l'on. Cafeo all'Ars ha chiesto l'istituzione di una ...

“Di fronte ad una situazione ogni giorno sempre più incerta, con decine di imprese del settore industriale in difficoltà e lo spettro di una crisi occupazionale senza precedenti, il Governo Regionale continua ad assumere un inaccettabile atteggiamento di passivo distacco, come se l’argomento non fosse di sua stretta competenza”.
Ad intervenire è il parlamentare regionale di Italia Viva, Giovanni Cafeo, Segretario della III Commissione ARS Attività Produttive, il giorno dopo il breve ma esemplificativo scambio di battute avvenuto all’ARS con l’assessore Cordaro sulle conseguenze della recente sentenza del Tar che ha bocciato il piano dell’Aria in Sicilia.
“Alla legittima richiesta di riferire in aula quale fosse la posizione del Governo di fronte a questa ennesima sonora bocciatura e soprattutto quale fosse la visione futura delle politiche industriali della regione – continua Cafeo – l’assessore Cordaro ha confermato l’atteggiamento quasi sorpreso di chi invece di affrontare e risolvere i problemi, si limita ad elencarli, proponendo come al solito tavoli e incontri tardivi se non completamente improduttivi”.
“L’assessore Cordaro, definendo <<discorsivo>> l’eventuale intervento Parlamentare sulla questione, offende l’ARS e i cittadini che in quel contesto sono rappresentati – prosegue Giovanni Cafeo – anche perché il Governo non si presenta in Assemblea per discutere del più e del meno ma per rendere conto del proprio operato al popolo siciliano”.
“La preoccupazione dei sindacati e dei cittadini sul futuro di uno dei settori trainanti dell’Isola sembra dunque non toccare il Governo – conclude Cafeo – che dimostra per l’ennesima volta la distanza abissale esistente tra le sale di Palazzo d’Orleans e le difficoltà quotidiane dei siciliani”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: