Vaccinazione anticovid agli over 80 e ai vulnerabili, attenzione massima dell’Asp di Siracusa alle categorie


Dall’inizio della campagna vaccinale anticovid l’Asp di Siracusa ha superato ad oggi le 50 mila dosi somministrate tra prima e seconda, ponendosi tra i primi posti in ambito regionale per il più alto numero di vaccinati in rapporto alla popolazione avente diritto.
Quanto agli over 80, tra le categorie prioritarie previste nel Piano nazionale, l’Azienda si è pedissequamente adeguata predisponendo per loro anzitutto strutture protette ed in totale sicurezza come i quattro ospedali della provincia di Siracusa e organizzando percorsi facilitati e guidati per rendere più sicura e ottimizzata la vaccinazione.
La massiva organizzazione predisposta dall’Azienda nell’arco di questi ultimi mesi, con l’apertura di punti vaccinali negli ospedali, all’Urban Center e, per le altre categorie, in quasi tutti i comuni della provincia, ha portato il territorio siracusano, compatibilmente con la disponibilità di vaccini, a registrare ad oggi quasi 10 mila over 80 vaccinati.
Di questi, sono circa 2000 gli over 80 vaccinati presso le RSA e nelle 116 Case di Riposo sparse su tutto il territorio provinciale, oltre 1800 anziani presso la loro abitazione su un totale di 3000 che si sono prenotati, raggiunti a domicilio dalle varie squadre coordinate dal Dipartimento di Prevenzione medico e dai Distretti sanitari composte da medici, infermieri, psicologici e assistenti sociali. Somministrazioni a domicilio, avviate l’1 marzo scorso, così come disposto dall’Assessorato regionale della Salute, che superano abbondantemente la tabella di marcia prevista dalla Regione Siciliana con 25 vaccinazioni domiciliari giornaliere in ambito provinciale.
Particolare attenzione è dedicata anche ai pazienti fragili, come soggetti vulnerabili per patologie e disabili gravissimi, le cui cifre arrivano ad oggi a superare i 7000 vaccinati sul territorio provinciale.
Altrettanta attenzione è dedicata ai conviventi e ai caregiver delle persone particolarmente vulnerabili per i quali è stato predisposto un apposito modulo web, accessibile dall’home page del sito internet www.asp.sr.it, per superare le difficoltà determinate dalla mancanza di possibilità di prenotazione attraverso la piattaforma gestita da Poste Italiane.
Al fine di venire incontro alle difficoltà che si possono riscontrare nelle varie fasi di prenotazione, l’Azienda sanitaria ha messo in atto sistemi di comunicazione che variano da quelli informatici attraverso il sito internet aziendale, al numero verde 800238780, ai servizi di posta elettronica (vaccinazionecovid@asp.sr.it), agli Uffici Urp e agli Infopoint ubicati nei vari centri vaccinali con diversi dipendenti e volontari del Dipartimento di Protezione civile, della Croce Rossa e di altre associazioni di volontariato per soddisfare la moltitudine di esigenze manifestate dalla popolazione complessiva.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: