Entro in un contesto forte e storico, in punta di piedi, con lintento di essere inclusivo”, ha detto il Sindaco di Melilli in conferenza stampa

“Ho deciso di aderire al Partito Democratico, in quanto nell’ultimo periodo ho ricevuto, incondizionatamente, vicinanza da parte di esponenti locali, e non solo, in un momento in cui non percepivo un vero e proprio “senso di appartenenza” ad una coalizione politica”. Giuseppe Carta, Sindaco di Melilli, rompe gli indugi e conferma i “rumors” che in questi giorni hanno aperto un dibattito tra gran parte degli esponenti della politica provinciale siracusana. E lo fa con una conferenza stampa di concerto con l’On Fausto Raciti, membro della Camera dei deputati della Repubblica Italiana nelle fila del Partito Democratico, in cui vengono spiegate le motivazioni e le cause che hanno portato “in maniera fisiologica, quindi con una propensione naturale” l’avvicendamento verso il partito di centrosinistra.

Un’analisi lucida e un racconto certosino degli eventi che negli ultimi anni hanno caratterizzato la crescita politica del riconfermato Sindaco di Melilli, che hanno portato alla decisione presa. Il mio modo di essere, spesso fatto anche di scelte difficili e, a volte, impopolari – afferma Giuseppe Carta – hanno maturato nella mia persona una serie di peculiarità e una visione che, ad oggi, trova pieno riscontro nella filosofia e negli ideali di donne e uomini, e del partito, che oggi vedo affine alla mia persona”.

Una scelta ben accolta dal Deputato del PD Raciti, il quale afferma che Il Sindaco Carta rappresenta una novità politica, una figura che arricchisce il partito, un valore aggiunto concreto premiato nella sua città con un secondo mandato dal consenso quasi plebiscitario. Questo ingresso, come quello di altre personalità nei giorni scorsi, sono le premesse per ambire a diventare il primo partito in provincia di Siracusa non solo sul campo elettorale, ma anche su quello politico.”

Condividi

Di admin

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: