La Filcams CGIL Siracusa ha proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori in servizio vigilanza ed accoglienza dell’autorità portuale di Augusta. Oggetto della vertenza, l’ostruzionismo – a detta del sindacato – dimostrato fin qui da parte dell’azienda uscente che dapprima ha ritardato la consegna dei documenti atti alla procedura con i relativi elenchi nominativi dei lavoratori e successivamente negando il confronto in sede sindacale, asserendo di essere disponibile solo presso l’ufficio del Lavoro che è scoperto di funzionario direttivo fino a Settembre.
“Purtroppo, oltre la solita mancanza di strumenti nel territorio, rileviamo anche come ad oggi l’azienda stia mettendo in atto anche una violazione dello stato di agitazione dei lavoratori che conferiscono unicamente le loro deleghe sindacali alla ns sigla, con ripetute azioni ritorsive come la soppressione delle ferie e l’imposizione di straordinari fino al raggiungimento delle 12 ore giornaliere.”
Queste le dichiarazioni della segreteria FIlcams CGIL Siracusa, che preavverte che nemmeno il torrido agosto che abbiamo alle porte risparmierà l’impegno della categoria in questa ed in altre vertenze.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: