Si è svolta ieri, a Cassibile, la cerimonia per ricordare il 79° anniversario della Firma dell’Armistizio.

La manifestazione, patrocinata dal Comune di Siracusa ed organizzata dall’associazione Kakiparis e
Lamba Doria, ha visto la partecipazione di autorità civili, religiose, militari e combattentistiche e si è svolta presso il monumento ai caduti in Piazza Della Parrocchia.

È intervenuta, in rappresentanza del Comune di Siracusa, l’assessore Concetta Carbone. Presente alla Cerimonia il Questore di Siracusa, Benedetto Sanna.

L’intervento storico è stato fatto da Alberto Moscuzza, Presidente dell’Associazione Lamba Doria; la corona è stata benedetta da Don Salvatore Arnone, parroco di Cassibile. Era presente, inoltre, una delegazione delle forze armate statunitensi di stanza a Sigonella, capitanate dal Comandante pilota del reparto VP-9 Com. J. Donchez, e guidati dall’instancabile addetto stampa, nonché brillante traduttore, Alberto Lunetta. Le Forze Armate italiane erano rappresentate dal sottotenente di Vascello, Giuseppe Pellizzeri, della Guardia Costiera di Siracusa.

La maestra Pinuccia Sirena ha recitato una poesia, da Lei composta, in onore dei Caduti. Presente la Banda musicale Città di Siracusa che ha
eseguito il silenzio fuori ordinanza e varie marce, commuovendo i presenti col patriotico Inno di Mameli. Presente alla Commemorazione, anche, l’associazione Carabinieri in congedo.
Paolo Romano, collaudato speaker, ha dato appuntamento all’anno prossimo, per l’80° anniversario.
La finalità della Manifestazione è stata quella di approfondire una data storica che segnò il corso degli eventi bellici del secondo conflitto mondiale e ricordare l’evento dell’armistizio del 3 Settembre 1943 avvenuto a Cassibile.
Le associazioni Kakiparis e Lamba Doria con questo impegno danno la possibilità di riflettere sul
passato per poter progettare un futuro migliore.
L’obiettivo è anche quello di richiamare nel territorio un ambiente umano che ruota attorno a questi
eventi storici, così come avviene in altri posti, dove la seconda Guerra mondiale ha lasciato il segno.
La traccia principale se la merita Cassibile perché con la firma dell’Armistizio ci fu un cambio
radicale degli asset a livello internazionale.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: