Coltraro interviene su bullismo e molestie sul web

Il capogruppo all’Ars di Sicilia Democratica, Giambattista Coltraro, in merito ai sempre più frequenti casi di bullismo nelle scuole, agli incontri pericolosi per gli adolescenti sul web, sollecita una maggiore attenzione ai casi da parte di Forze dell’Ordine, del personale docente e scolastico, delle famiglie.
“Occorre vigilare- dichiara Coltraro – su fenomeni in allarmante crescita”. Il capogruppo di SD cita due casi avvenuti in Sicilia solo negli ultimi giorni: la ragazzina di 11 anni che ad Augusta è stata accerchiata e palpeggiata, in pieno centro, da tre minorenni di età compresa tra i 14 e i 15 anni, e la 16enne palermitana adescata sul web da un 50enne che dopo una serie di chat gli aveva fissato un appuntamento.
“Due casi – dice Coltraro – che rendono chiara l’emergenza tra i minori. Il dilagare di certi crimini è dovuto ad un’assenza di controllo generale. La perdita di attenzione in famiglia, la scuola che non vigila sul comportamento degli studenti, le forze dell’Ordine che non monitorano luoghi a rischio come le uscite dei plessi scolastici”. L’onorevole Coltraro, pertanto, invita i deputati e i senatori siciliani a Roma a presentare un disegno di legge, perchè il governo disponga controlli serrati anti-bullismo e per l’inasprimento delle pene per chi vessa o adesca minori.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: