“Le lacrime della Vergine Maria”. Questo il titolo dell’inno di speranza scritto da don Raffaele Aprile, sacerdote del santuario della Madonna delle Lacrime di Siracusa, e pubblicato sul suo canale youtube e sui suoi profili social nella giornata mondiale della poesia, lunedì 21 marzo. L’interpretazione è stata affidata Claudia Koll, nota attrice che don Aprile definisce “autentico baluardo della conversione del cuore e chiaro esempio di apostolato e volontariato”. La poesia scritta dal presbitero siracusano è dedicata a quanti soffrono per la guerra in Ucraina. “Che questi versi – dice il sacerdote – possano essere di buon auspicio affinché il conflitto finisca presto. Affidiamoci al cuore immacolato e addolorato di Maria. A lei raccomandiamo le vittime di questa terribile tragedia”.

Il video della poesia dura circa 4 minuti e comincia con questi versi: “O vergine delle lacrime, tu piangi e purifichi i nostri occhi. Le tue lacrime abilitano a vedere ogni cosa con gli occhi del cuore. Dono di Dio sono le tue lacrime. Con la Madre addolorata dalla guerra sto anch’io sotto la croce. Le tue lacrime per le divisioni, gli odi, le vendette che procurano solo dolore e per il silenzio colpevole di chi, per non avere fastidi, accetta il compromesso e tace davanti alle ingiustizie, alle falsità e agli imbrogli. Vienici incontro o Madre nostra cara e non abbandonarci in questo momento della storia così traumatico in cui la pace mondiale è messa seriamente in pericolo. La famiglia umana ha bisogno di te, Madre nostra. Solo tu puoi assicurarci l’arrivo dell’alba di un nuovo in giorno in cui si instaura il regime dell’amore che tutto crede, tutto spera, tutto sopporta!”

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: