“L’accordo tra Isab Lukoil e Goi Energy per la cessione della raffineria di Priolo potrebbe essere una
soluzione positiva per i lavoratori e per il territorio, occorre però mantenere attivo il Tavolo di
confronto“. Lo affermano Luigi Ulgiati, Vice Segretario Generale UGL ed Eliseo Fiorin, Segretario
Nazionale UGL Chimici.
L’accordo dovrebbe perfezionarsi nel prossimo mese di marzo, al completamento -come spiegato
nella nota ufficiale dal colosso Russo- di determinate condizioni sospensive tra cui il ricevimento
delle necessarie approvazioni da parte delle autorità competenti, in particolare del Governo
italiano.
Ed è proprio all’esecutivo che Ulgiati e Fiorin si rivolgono: “È necessario – spiegano – che il
Governo si faccia garante. In particolare ci aspettiamo che il ministro Urso convochi a breve il
Tavolo di confronto con le parti sociali, presso Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMI),
al fine di garantire un piano industriale sostenibile sia da un punto di vista sociale che ambientale,
e di rilancio dell’attività della raffinazione, la cui importanza è strategica per l’intero settore
energetico italiano”.

Condividi
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: