La giunta comunale di Melilli ha approvato un dispositivo proposto dal responsabile del settore di vigilanza, Claudio Cava, sull’inasprimento delle misure per il contrasto a quei comportamenti che arrecano un danno all’ambiente e all’igiene del territorio.
A monte della richiesta vi è una crescita cospicua di illeciti amministrativi nel territorio di Melilli. La sanzione pecuniaria, pena fino ad oggi prevista, si è rivelata spesso insufficiente a prevenire, reprimere e rieducare. L’inasprimento delle pene (fino alla confisca) verrà posto in essere per potenziarne l’azione deterrente.

Nello specifico viene dato mandato, con effetto immediato, alle Autorità competenti la confisca delle cose “che servano o siano destinate a commettere la violazione“ – si legge nel dispositivo.

Tra le cose da sottoporre a confisca vanno compresi i veicoli impiegati per il trasporto di rifiuti di qualsiasi tipologia (automobili, mezzi meccanici, moto ape, camion, motorini o scooter, ect.) il cui abbandono incontrollato costituisce violazione amministrativa.
Per effetto del provvedimento, il Comando della Polizia Municipale, potrà sottoporre a sequestro cautelare le cose che possono formare oggetto di confisca e trascrivere il provvedimento negli appositi registri, sia all’adozione dell’Ordinanza di Ingiunzione quale titolo esecutivo. I beni confiscati saranno alienati, assegnati o devoluti a soggetti pubblici, secondo le vigenti norme in materia.
Basta all’abbandono di rifiuti nelle strade o nei posti meno controllati.

Condividi
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: