Pallamano: Albatro, la gioia del tecnico Vinci e del presidente Laudani

“Possiamo fare ancora meglio, però abbiamo dimostrato di avere grandi qualità”. E’ soddisfatto il tecnico Peppe Vinci per l’atteggiamento e lo spirito mostrato dai suoi ragazzi nel vittorioso match interno di sabato sera contro la “corazzata” Junior Fasano. L’Albatro Teamnetwork Siracusa si è imposto con un largo 34-28 al termine di un match in cui è stato sempre avanti nel punteggio. L’allenatore aretuseo tesse le lodi del gruppo ma sa che i suoi hanno ancora margini di miglioramento. “Non è stata la partita perfetta ma poco ci è mancato – prosegue Vinci – . La qualità di questa squadra non si discute e, contro i pugliesi, si è vista tutta. Abbiamo vinto perché siamo entrati in campo concentrati e con la voglia di imporci di forza anche nel risultato. Dobbiamo crederci, possiamo arrivare in alto perché non vedo fenomeni in giro e io ho sempre detto che l’avversario dell’Albatro è l’Albatro stesso”. Un successo, quello di due giorni fa, che ha consentito agli aretusei, sostenuti da oltre 500 tifosi, di consolidare il secondo posto nella poule playoff del girone C di serie A di pallamano. “Ci siamo accomodati meglio e ora – aggiunge Vinci – siamo padroni del nostro destino. A Fasano sabato prossimo ce l’andremo a giocare, possiamo sperare infatti in qualcosa in più. Certo, sarà dura perché lo Junior avrà voglia di riscatto e poi in casa, come noi, non sbaglia mai. Mantenendo calma e nervi saldi però possiamo cercare di fare risultato. Adesso comunque sarà importante mantenere questa mentalità per il prosieguo della stagione”.

Anche il presidente Vito Laudani non lesina lodi a giocatori e staff tecnico. “La partita è stata preparata nel migliore dei modi. Le due squadre – dice –  si conoscono, però, quando ci sono gare che si giocano sul filo dell’equilibrio, i particolari sono importanti. E noi abbiamo vinto proprio perché in settimana abbiamo prestato cura ai dettagli. I tecnici e i ragazzi hanno lavorato sodo, raccogliendo i frutti di allenamenti duri e intensi. Abbiamo giocato a grandi livelli, riscattando qualche partita sotto tono giocata in precedenza. Aspettavamo questa risposta dal gruppo”.

E’ lecito adesso sognare il primo posto che significherebbe qualificazione diretta alle semifinali scudetto? Vito Laudani risponde così: “Sognare si può, ma occorrerà vincere sabato a Fasano e non sarà semplice. Abbiamo comunque i mezzi per provarci e ci giocheremo la partita. Ce la metteremo tutta e impegno e intensità non mancheranno”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: