Porto di Augusta, Coltraro: “No a strane fusioni con Catania”

“Che il porto di Augusta sia sede Authority”non ci può essere  alcun dubbio, in quanto unico classificato Core dalla Comunità europea,  quindi stiano sereni tutti quelli che gridano alla luna ( i fondali non li possono di certo prosciugare)”. Sono parole di Giambattista Coltraro, capogruppo all’Ars di Sicilia Democratica. “Il rischio,  invece, è che a Catania sia data la la sede fisica, strutturale -prosegue Coltraro – della governance dell’Autorità Portuale (sistema all’italiana per salvare capre e cavoli). Del resto, quando i tre sindaci firmarono in pompa magna il progetto Sud/Est, prima si dovevano puntualizzare le sfere di influenza proprio per non essere schiacciati, loro e le popolazioni, dal peso politico del sindaco Bianco e dal peso strutturale di una città metropolitana”.
“Su questa distinzione( porto e governance)- aggiunge – assicuro il mio impegno personale e quello del mio gruppo parlamentare, per non fare avvenire fusioni a favore di Catania, anzi, per allargare l’autorità a Siracusa, Pozzallo, per un PUB completo:  commerciale, turistico, diportistico, crocieristico, con sede unica ad Augusta. Su questo- conclude il capogruppo di SD – dobbiamo tutti impegnarci , proprio per non farci giocare sulle parole, sulle definizioni”.
Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: