Dopo l’addio al Green pass, previsto per maggio, novità in arrivo anche a scuola. Cambiano le regole per Dad, mascherine, quarantena e gite. Ecco la bozza del nuovo decreto Covid che sarà applicato in tutte le regioni italiane e, dunque, anche in Sicilia.

A casa solo chi è positivo

“Con questo provvedimento superiamo le quarantene per contatto” di positivo a Covid-19. “Le quarantene per contatto erano già state superate per la popolazione vaccinata”, ora “con questo provvedimento le superiamo per tutti gli italiani. Resterà esclusivamente in isolamento chi è positivo al virus”. Lo ha sottolineato il ministro della Salute Roberto Speranza, in conferenza stampa post Cdm con il premier Mario Draghi. “Questa scelta che noi facciamo ha un impatto significativo in modo particolare nelle scuole”, ha precisato: “Dal primo aprile andrà a casa soltanto chi è positivo, mentre tutti gli altri potranno, tranquillamente, continuare a stare in classe e seguire le lezioni”.

Addio alla didattica a distanza

Nella bozza, l’addio alla didattica a distanza, meglio nota con l’acronimo DAD. È, infatti, previsto che dal primo aprile restino a casa solo gli studenti contagiati da Covid, mentre coloro che hanno avuto contratti stretti con chi è alle prese col virus potranno continuare ad andare a scuola, seppur in regime di autosorveglianza superati i 4 casi in classe.

Obbligo mascherina

Per gli studenti, fino a fine anno scolastico, resta l’obbligo di mascherina, anche chirurgica e non necessariamente Ffp2, e la raccomandazione di rispettare “una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro salvo che le condizioni strutturali-logistiche degli edifici non lo consentano”.

Tornano le gite scolastiche

Scuola e covid: nuove regole per la gestione dei contagi

Tornano le gite scolastiche messe al bando dal Covid, ennesimo duro colpo per i ragazzi alle prese con due anni di pandemia. È uno dei passaggi della bozza del decreto sul tavolo del Cdm. All’articolo 9, che regola il capitolo scuola, si prevede infatti “la possibilità di svolgere uscite didattiche e viaggi di istruzione, ivi compresa la partecipazione a manifestazioni sportive”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: