L’Agenzia delle Entrate ha avviato una procedura selettiva per l’assunzione a tempo indeterminato di complessive 900 unità per la seconda area funzionale, fascia retributiva F3, profilo professionale assistente tecnico, da destinare agli uffici dell’Ente per le attività relative ai servizi catastali, cartografici, estimativi e dell’osservatorio del mercato immobiliare. Il profilo professionale ricercato, l’assistente tecnico, è in possesso di specifiche conoscenze teoriche e pratiche, fornisce supporto alla programmazione e all’operatività dei servizi catastali e cartografici, dei servizi di consulenza tecnico-estimativi e dell’osservatorio del mercato immobiliare, collaborando alla predisposizione, la rappresentazione, il monitoraggio dei dati.

Per partecipare alla procedura di selezione, si legge nel bando AdE, bisogna essere in possesso dei seguenti requisiti: diploma di istruzione secondaria superiore di geometra conseguito presso un istituto tecnico per geometri statale, paritario o legalmente riconosciuto, oppure diploma di istruzione secondaria superiore di perito industriale indirizzo edile, oppure diploma di maturità tecnica di perito industriale, ai sensi dell’articolo 1 della legge 2 febbraio 1990, n. 17, conseguito presso un istituto statale, paritario o legalmente riconosciuto oppure diploma di istruzione secondaria superiore afferente al settore “Tecnologico”, indirizzo “Costruzioni, ambiente e territorio”, secondo le confluenze di cui all’Allegato D del Dpr 15 marzo 2010, n. 88; cittadinanza italiana; posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari; godimento dei diritti politici e civili; idoneità fisica all’impiego. Sono, invece, esclusi coloro che sono stati interdetti dai pubblici uffici, nonché coloro che sono stati destituiti o dispensati o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero sono stati dichiarati decaduti da un impiego statale a seguito dell’accertamento che l’impiego stesso è stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabili.

La domanda di partecipazione entro il 23 settembre

La domanda d’ammissione al concorso va inviata, per via telematica ed entro 23.59 del giorno 23 settembre 2022, tramite l’applicazione informatica disponibile sul sito istituzionale dell’Agenzia delle Entrate (all’indirizzo www.agenziaentrate.gov.it). Al termine di questa operazione il candidato riceverà un messaggio di posta elettronica generato in automatico dall’applicazione informatica a conferma dell’avvenuta acquisizione della domanda. Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata personale. Al termine della scadenza per la presentazione della domanda, si dovrà la stampa della propria istanza, che dovrà essere esibita al momento dell’identificazione per lo svolgimento della prova oggettiva tecnico-professionale e consegnata all’eventuale prova orale. Nella domanda dovranno essere indicati i dati anagrafici e il possesso di tutti i requisiti richiesti.

La procedura di selezione prevede una prova oggettiva tecnico-professionale e una prova orale. La prima consiste in quesiti a risposta multipla sulle seguenti materie: Geodesia, Topografia e Cartografia, Scienza e tecnica delle costruzioni, Strumenti e tecniche estimali ed elementi di economia immobiliare, Normativa in materia di catasto, Elementi di legislazione in materia di edilizia e urbanistica, Elementi di diritto amministrativo, Elementi di diritto tributario. La stessa verrà valutata in 30esimi e sarà superata con un punteggio minimo di 21 punti. Il colloquio orale, oltre allle medesime materie dello scritto, prevede la verifica delle competenze nell’uso delle principali apparecchiature informatiche. Anche in questo caso la prova è valutata in 30esimi ed è superata con il conseguendo almeno 21 punti. I candidati che hanno superato la prova orale, devono presentare, entro dieci giorni da quello successivo alla prova, le dichiarazioni sostitutive di certificazione e gli eventuali documenti necessari ai fini della verifica dei requisiti previsti per la partecipazione al concorso.

Al termine della procedura la commissione d’esame, nominata dal direttore dell’Agenzia, stila la graduatoria di merito secondo la votazione finale riportata dai candidati (espressa in 60esimi). La sede di servizio sarà assegnata in virtù della graduatoria stessa e delle preferenze espresse. Ulteriori informazioni sono reperibili sul portale di AdE nella sezione dedicata.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: