3 arrestati, 23 indagati, 12.860 persone controllate, 181 treni presenziati, 153 veicoli ispezionati e
1.181 pattuglie impegnate nei servizi di vigilanza in stazione, a bordo treno e lungo la linea
ferroviaria: è questo il bilancio delle principali attività di controllo, effettuate dalla Polizia ferroviaria
in tutta la Sicilia, nel mese di luglio.
Nello scorso mese la Polfer siciliana è stata anche impegnata nelle operazioni: “Oro Rosso”, “Rail
Safe Day” e “Stazioni Sicure”, disposte dal Servizio Polizia ferroviaria, su tutto il territorio
nazionale, e mirate, rispettivamente, a contrastare il fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario,
ad individuare comportamenti scorretti che pregiudicano la sicurezza della circolazione dei treni e
degli utenti e ad incrementare il livello di sicurezza negli scali.
10 le persone scomparse rintracciate dagli agenti della Polfer di Messina e Palermo, di cui: 5 minori
stranieri che, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati riaffidati alle comunità da cui si
erano arbitrariamente allontanati; 4 soggetti con problemi psichici allontanatisi dalle comunità
terapeutiche presso cui erano in cura; 1 soggetto ricercato per notifica atti giudiziari.
Diversi gli interventi della Polfer che, unitamente anche al personale ferroviario, hanno consentito di
recuperare e restituire ai legittimi proprietari documenti, denaro ed effetti personali dimenticati in
ambito ferroviario.
A Palermo gli agenti hanno restituito uno zaino ad un ragazzo e degli oggetti personali ad una donna,
dimenticati a bordo di treni da e per l’aeroporto cittadino. Un portafogli, contenente denaro e carte di
credito, è stato riconsegnato alla proprietaria che, convinta di averne subito il furto, si era presentata
negli uffici della Polfer per sporgere denuncia; gli agenti, avendo intuito che non si trattasse di un
reato, hanno attivato subito le ricerche, che hanno portato di lì a poco al ritrovamento del portafogli a
bordo del treno con cui la donna era giunta in stazione e, nel frattempo, già trasportato al deposito
locomotive.
A Catania, invece, i poliziotti hanno riconsegnato ad un ragazzo il cellulare che aveva dimenticato a
bordo treno.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: