Covid, prorogato lo stato di emergenza al 31 marzo 2022

Proroga dello stato di emergenza al 31 marzo 2022. La bozza del dl sul tavolo del Consiglio dei ministri conferma il congelamento di altri tre mesi dello stato di emergenza e di tutto quel che ne consegue. Nel decreto, dove non ci sono misure aggiuntive per frenare la nuova ondata, sono inoltre previsti, all’articolo 6, sei milioni da destinare al ministero della Difesa per allestire, in un sito militare individuato dal commissario Figliuolo, uno stock di vaccini. La bozza si compone di 11 articoli e proroga tutte le misure legate all’emergenza. Con la proroga il governo potrà continuare a ricorrere ai Dpcm, decreti che non devono ricevere l’approvazione parlamentare.

La bozza

“In considerazione del rischio sanitario connesso al protrarsi della diffusione degli agenti virali da Covid-19, lo stato di emergenza dichiarato con deliberazione del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020, è ulteriormente prorogato fino al 31 marzo 2022”. È quanto si legge nella bozza del decreto legge all’esame del Consiglio dei ministri.

Struttura stoccaggio vaccini

Sei milioni di euro per l’allestimento di una “infrastruttura presso un sito militare” per “lo stoccaggio e la conservazione” dei vaccini. E’ quanto prevede la bozza del decreto all’esame del Consiglio dei ministri.

Stato d'emergenza Covid, verso la proroga a fine marzo - PMI.it

Per “assicurare il potenziamento delle infrastrutture strategiche per fronteggiare le esigenze connesse all’epidemia da Covid-19 e garantire una capacità per eventuali emergenze sanitarie future”, si legge nella bozza di decreto, “è autorizzata, per l’anno 2022, la spesa di 6 milioni di euro per la realizzazione e l’allestimento, da parte del ministero della Difesa, di una infrastruttura presso un sito militare” per “consentire lo stoccaggio e la conservazione delle dosi vaccinali per le esigenze nazionali”. Il sito sarà individuato dal commissario per l’emergenza.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: