Da lunedì 17 Sicilia zona gialla. Ecco cosa si può fare e quali sono le date successive

Dal 17 Sicilia zona gialla. Ecco cosa si può fare e quali sono le date successive

Da domani, lunedì 17 maggio, la Sicilia torna zona gialla e vengono meno alcune restrizioni. A questo si aggiungono una serie di date e riaperture che scatteranno nei prossimi giorni  e sulle quali proprio domani si dovrà esprimere il governo Draghi.

COPRIFUOCO – Resta il coprifuoco, almeno fino a martedì, dalle 22 alle 5 del mattino. Nei prossimi giorni dovrebbe esserci una modifica e si ipotizza (o dal 18 o dal 24 maggio) uno spostamento del coprifuoco o dalle 23 o dalle 24. Successivamente sarà abolito per il periodo estivo anche per favorire il turismo che in questo momento sta vedendo l’Italia di gran lunga indietro rispetto ad altri Paesi “concorrenti” nel settore.

NEGOZI – Tutte aperte le attività commerciali, compresi i parrucchieri e gli estetisti. Per quanto riguarda i centri commerciali, che hanno protestato nei giorni scorsi, in settimana potrebbero esserci novità. Finora infatti i negozi all’interno dei centri commerciali restano chiusi nei week end (con discriminazione per tutti i negozi che restano invece aperti nelle altre zone), tranne i supermercati che sono aperti anche nei week end ovunque. L’ipotesi allo studio è la riapertura già dal prossimo week end dei negozi all’interno dei centri commerciali.

BAR E RISTORANTI – In zona gialla bar e ristoranti sono aperti dalle 5 fino alle 22 (ma come detto il coprifuoco cambierà). Nei locali con i tavoli all’aperto si potrà consumare seduti (con il consueto limite dei 4 se non dello stesso nucleo familiare). Via libera quindi a pranzo e cena ai tavoli ma solo all’aperto. Per gli altri, quelli che hanno solo spazi al chiuso l’apertura è prevista l’1 giugno (ma potrebbero esserci novità a breve). Dal 1 giugno comunque, se non dovessero esserci novità, la consumazione al tavolo nei locali al chiuso è consentita solo fino alle 18 (misura ulteriormente discriminatoria rispetto agli altri esercizi). Resta l’asporto per chi non ha tavoli all’aperto ma questa distinzione causa gravissimi danni al settore e saranno tantissimi i locali che rischiano di non aprire più.

SPOSTAMENTI – Liberi gli spostamenti all’interno della Sicilia e tra le Regioni in zona gialla (quindi in questo momento in tutta Italia tranne che in Val d’Aosta. Sì alle seconde case.

VISITE – È consentito andare dai parenti o dagli amici dalle 5 alle 22 (massimo 4 persone, che possono portare con sé i figli minorenni).

PISCINE E LIDI – Da oggi, domenica 16 giugno riaprono piscine all’aperto e gli stabilimenti balneari.

RIENTRI – Da oggi cessa la quarantena di 5 giorni per chi entra in Italia da un Paese dell’Unione europea. Al vaglio le misure per chi proviene dagli Stati Uniti o Paesi extraeuropei.

SPORT – Ok allo sport individuale, di squadra e di contatto, nei parchi pubblici e privati e nei centri sportivi all’aperto. Sì anche alla danza e ad attività come yoga e pilates, sempre però all’aperto. All’aperto devono anche essere condotti gli allenamenti di squadra.

CULTURA – Aprono musei, cinema e teatri, con però una capienza massima del 50 per cento (con un massimo di mille spettatori all’aperto e di 500 al chiuso) e con posti distanziati.

SCUOLA – Fino alla fine dell’anno scolastico si studia in classe anche nelle scuole superiori (secondarie di secondo grado). La presenza è garantita in zona gialla dal 70% al 100%”.

  • Dal 1 giugno riaprono le palestre
  • Dal 15 giugno sì ai matrimoni e ai banchetti
  • Dal 16 giugno via libera alle attività fieristiche
  • Dal 1 luglio ok a convegni e congressi.
Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: