Un’emissione di cenere dal cratere di Nord-Est dell’Etna seguita da impulsi di cenere di minore intensità è stata osservata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Osservatorio etneo, di Catania. Secondo il modello previsionale la cenere si disperde in atmosfera in direzione Sud-Sud-Est.

L’ampiezza media del tremore vulcanico si attesta attualmente su un livello basso. Il centro delle sorgenti del tremore vulcanico risulta localizzato nell’area compresa tra il cratere Bocca Nuova ed il Cratere di Sud Est ad una elevazione di circa 2.000-2.500 metri sul livello del mare. L’Ingv-Oe osserva anche un leggero incremento della frequenza di accadimento degli eventi infrasonici che risultano localizzati in corrispondenza del Cratere di Nord-Est. Non si registrano, al momento, variazioni significative nei dati di deformazione dalle reti clinometrica e Gnss.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: