Il ricco materiale con le lastre fotografiche originali di Giovanni Verga, venduto all’asta a Torino nei giorni scorsi, verrà acquisito dalla Regione Siciliana.

La Giunta regionale ha deliberato di esercitare il diritto di prelazione, autorizzando la spesa di 225mila euro per l’acquisto delle fotografie di Giovanni Verga. Queste entreranno a far parte del patrimonio documentario pubblico legato alla memoria del grande scrittore catanese di cui quest’anno si celebra il centenario della morte, avvenuta il 27 gennaio 2022.

Secondo il presidente della Regione, Nello Musumeci si tratta di “un atto dovuto quello di rendere patrimonio pubblico il prezioso materiale fotografico verghiano pervenuto fin qui”.

Composto da 448 documenti fotografici di grande interesse anche dal punto di vista storiografico, il corpus fotografico costituisce una significativa testimonianza della sensibilità artistica di Verga. La raccolta, dichiarata d’interesse artistico e storico particolarmente importante dall’assessorato dei Beni culturali nel 2018, è stata messa all’asta e acquistata da una fondazione privata.

L’acquisizione da parte della Regione permetterà di arricchire il patrimonio legato all’eredità di Verga, del quale a Catania esiste la casa-museo dichiarata, sin dal 1940, monumento nazionale.

Saranno, adesso, gli uffici del dipartimento regionale dei Beni culturali ad attivare, entro la data in cui scadrà il diritto di prelazione, tutte le procedure amministrative necessarie per consentire alla raccolta fotografica di restare in Sicilia, dove testimonierà l’attività di studio svolta da Verga che, oltre agli scritti, ha lasciato memoria della società descritta nei suoi romanzi anche attraverso una corposa rappresentazione visiva di luoghi e persone.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: