Nella serata di ieri, agenti del Commissariato di P.S. di Lentini hanno arrestato un cittadino rumeno di 52 anni, per il reato di maltrattamenti in famiglia, minacce aggravate e porto illegale di un pugnale.

In specie, nel pomeriggio, la compagna dell’arrestato, sua connazionale, chiedeva aiuto tramite il numero di emergenza perché il suo compagno, dopo avere avuto un violento diverbio con la stessa, aveva sottratto la piccola figlia di appena sei mesi e si era allontanato.
La donna era molto spaventata anche perché il suo compagno aveva con sé un pugnale.
Gli investigatori del Commissariato, attesa la gravità del fatto, iniziavano febbrili ricerche e, fortunatamente riuscivano a rintracciare l’uomo in una panchina della villa comunale con ancora in braccio la piccola e con il pugnala in bella vista.
L’uomo è stato, immediatamente, disarmato e la bambina assicurata tra le braccia della madre che era giunta sul luogo con altro personale della Polizia di Stato.
Gli investigatori hanno poi fatto luce sulle violenze che l’uomo in passato ha perpetrato nei confronti della donna.
Al termine delle incombenze di legge il cinquantaduenne è stato condotto in carcere.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: