Questa mattina al giardino “Mario Francese” la commemorazione del giornalista siracusano ucciso a Palermo dalla mafia

Il 26 gennaio del 1979, Cosa nostra uccideva a Palermo Mario Francese, giornalista siracusano e cronista di giudiziaria del Giornale di Sicilia. Francese, come dimostrarono i processi a carico del suo killer e dei mandanti, fu assassinato per il contenuto delle sue inchieste giornalistiche che svelarono, prima degli altri, gli interessi economici della mafia palermitana e anticiparono molte altre verità che sarebbero state accertate dalla magistratura negli anni successivi.
Come ogni anno, la sezione di Siracusa dell’Associazione siciliana della stampa ricorderà Mario Francese deponendo un mazzo di fiori davanti alla lapide commemorativa che si trova all’ingresso del giardino che il Comune gli ha dedicato nel parco archeologico, accanto alla biglietteria di casina Cuti. La cerimonia si è tenuta questa mattina, trentasettesimo anniversario della morte. Hanno partecipato il prefetto, Armando Gradone, il vice sindaco, Francesco Italia, il questore Mario Caggegi, e i comandanti dell’Arma dei carabinieri, Luigi Grasso, e della Guardia di finanza, Antonino Spampinato. Presente la sorella del giornalista ucciso, Maria Francese.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: