SIRACUSA. GESTIONE RIFIUTI, SI RIUNISCE IL “COMITATO DIFFERENZIATA”. SALVATORE RUSSO: “LA COSCIENZA CIVICA DI UN TERRITORIO CRESCE CON ASCOLTO E COINVOLGIMENTO “

Siracusa. Rifiuti, criticità e iniziative: il Comitato per la Differenziata  fa il punto con i cittadini – SiracusaOggi.it

“Avviare un serio e proficuo confronto sulla gestione dei rifiuti e della raccolta differenziata a Siracusa”. Un invito che l’attivista siracusano Salvatore Russo, in qualità di presidente del Comitato Differenziata Siracusa, rivolge alla cittadinanza alla luce dell’assegnazione in via definitiva del CSA (Contratto Speciale di Appalto). L’iniziativa,
promossa dal Comitato Differenziata Siracusa, composto da: Laboratorio Verde – Fare Ambiente Siracusa; Associazione Plemmirio Blu; Associazione Plemmyrion; Associazione Rifiuti Zero; Gruppo Mamme Siracusa; Associazione Alternativa Libera Siracusa; Associazione Rangers Onlus e Legambiente, è in programma domani, giovedì 24 settembre, dalle 14:00 alle 16:00 presso il salone dell’Urban Center in via Nino Bixio, angolo via Malta a Siracusa. “Sarà l’occasione, – spiega Salvatore Russo – per avviare il primo di una serie di incontri durante i quali affrontare i diversi aspetti, criticità e punti di forza, legati alla gestione del servizio rifiuti a Siracusa. Lo faremo attraverso il punto di vista di cittadini e cittadine ma anche di associazioni e realtà che operano sul territorio, perché, – conclude Russo – crediamo che solo con l’ascolto e il coinvolgimento attivo di tutti e tutte si possono raggiungere i
migliori obiettivi, non soltanto per migliorare i servizi dedicati alla città, ma anche per far crescere la consapevolezza e la coscienza civica di un territorio”. Come si ricorderà, il “Comitato città di Siracusa per la raccolta differenziata e la qualità del servizio erogato dal soggetto gestore”, istituito ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 4, comma 1 lettera n della L.R. 8 aprile 2010, con delibera dell’ottobre 2017 della Giunta guidata dal sindaco Garozzo, ha il compito di verificare e controllare gli standard di qualità e quantità relativi alle prestazioni erogate dal gestore con particolare riguardo alla tutela dell’ambiente, dell’informazione e della sicurezza, nonché ad intraprendere le opportune azioni finalizzate ad elevarne i livelli nel tempo.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: