“Non consentiamo a nessuno di penalizzare noi, comune virtuoso, con una raccolta differenziata al 50 per cento per colpa di comuni, come Catania e Palermo, che in questi anni non hanno fatto nulla per migliorare la gestione dei rifiuti”.

Il sindaco di Siracusa, Francesco Italia non le manda a dire e nel suo videomessaggio, pubblicato sui social avanza una richiesta chiara, indirizzata principalmente alla Regione: “consentire ai comuni virtuosi di tornare subito a depositare i rifiuti indifferenziati nella discarica di Sicula, penalizzando, semmai, i comuni che sono molto indietro, inviando i loro rifiuti all’estero o, comunque, fuori dai confini regionali”.

Italia non nasconde il suo rammarico nel vedere, in questi giorni, la città invasa dai rifiuti, sporca come non dovrebbe essere, a maggior ragione in un periodo in cui il flusso turistico è tornato importante, con numeri che quest’anno si prospettano molti vicini  a quelli del periodo pre-covid.

Rifiuti Siracusa, sindaco indagato. Italia: "Atto dovuto, ordinanze volte a  migliorare condizioni in emergenza" :ilSicilia.it

“Purtroppo non dipende da questioni che si consumano all’interno del nostro Comune – aggiunge – e nulla che riguardi situazioni analoghe a quelle che in passato si sono verificate in prossimità delle festività per questioni legate magari a vertenze sindacali. La discarica è congestionata e a farne le spese, ingiustamente, siamo anche noi. Non possiamo tollerarlo e ho un profondo rispetto per le legittime proteste dei cittadini”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: