Il settore Mobilità del Comune di Siracusa ha emanato una Ordinanza con la quale ha  disposto l’immediata chiusura alla circolazione veicolare e pedonale del tratto di via Lido Sacramento interposto tra il civico 90 e il civico 94. Il provvedimento ha fatto seguito ad un sopralluogo effettuato dai tecnici comunali, dal quale è emerso  “un eccessivo cedimento del piano stradale, probabilmente a causa di ingrottamento dovuto ad erosione marina”.

Da Palazzo Vermexio annunciano che sarà impossibile riaprire l’arteria entro la prossima estate.
Dopo il passaggio del medicane dello scorso ottobre, si sono acuiti i già noti problemi di quella strada che corre parallela al mare. In due punti, evidenti i cedimenti. Un largo tratto – oggi chiuso al traffico – presenta sul manto evidenti lesioni che parlano di uno scivolamento verso il mare.
Nonostante siano indicati come lavori di “somma urgenza” dalla stessa Protezione Civile, gli stanziamenti tardano ad arrivare. E comunque ne servirà uno ulteriore per riuscire a “fortificare” le due pareti rocciose che si stanno sfarinando, trascinando con sé la soprastante strada.
L’obiettivo, adesso, è riuscire a completare tutti e due gli interventi entro l’anno. In corso lo studio di fattibilità tecnico-economica. Il progetto prevede la realizzazione di due pareti in cemento armato, su di una base composta da pali interrati, in modo da trattenere la falesia e limitare l’azione dei marosi che si infrangono costantemente sull’argilla, erodendo quella debole falesia. Quindi, muro di sostegno su piattaforma con pali di fondazione. La Soprintendenza ha compreso la necessità di derogare all’uso del cemento armato pur se in un’area dove massimi sono i vincoli paesaggistici. Ma non c’è alternativa se si vuole evitare, un domani, di ritrovarsi senza strada.

Siracusa, cedimento in via Lido Sacramento: dalla Regione 400mila euro per  interventi di somma urgenza - Siracusa News

Le nuove prospettive temporali, però, non lasciano sereni i residenti e men che meno le attività commerciali presenti in zona. zia italiana anche quando parla di “somma urgenza” e “protezione civile”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: