Stalli riservati ai mezzi di soccorso, i lavoratori del 118 protestano

Scatta la protesta da parte degli operatori del 118 in quanto i posti riservati alle autombulanze all’interno dell’area dell’ospedale Umberto I sono costantentemente occupati da auto non autorizzate. “Non si può lavorare”, lamentano gli operatori del 118 la cui organizzazione del lavoro dovrebbe invece essere quanto più snella possibile per consentire partenze e rientri tempestivi dei mezzi di soccorso da e per l’Ospedale Umberto I. A segnalare questa situazione di disagio è il segretario aziendale della Cisl, Rocco Mazzone. “Perfettamente visibile la segnaletica- spiega Mazzone- che indica il divieto di sosta, ignorato da tanti, troppi avventori ma anche lavoratori impiegati all’interno dell’ospedale, che preferiscono usufruire della possibilità di un posteggio “comodo” anziché preoccuparsi delle conseguenze, che possono essere gravi. Un problema che è anche di rispetto del lavoro altrui e di un lavoro importante- tuona Mazzone- come quello di chi è chiamato ad intervenire tempestivamente nel momento in cui qualcuno rischia la vita”. Gli operatori chiedono che si adottino le misure opportune per risolvere questo problema e che lo si faccia subito. Le ambulanze vengono spesso parcheggiate in “doppia fila”, dietro le auto che illegittimamente occupano gli stalli riservati ai mezzi di soccorso.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: