A.S.D. Siracusa Calcio 1924    2

ASD Real Siracusa Belvedere  0

ASD Siracusa Calcio 1924: Genovese, Manservigi (26’ st Midolo), Magro (8’ st Greco), Guerci, Giordano, Cianci, Montagno, Maiorano (18’ st Schisciano), Mascara (8’ st Savasta), Ficarrotta (23’ st Belluso), Vidal. A disposizione Papa, Ricca, Palmisano, Fiorentino. All. Mascara.

ASD Real Siracusa Belvedere: Di Silvestro, Saraceno, Brancato, Fontana (15’ st Cannarella), Ulma, Midolo, Miraglia (1’ st La Delfa), Rossitto, Hurtado (32’ st Nanè), Pepe (33’ st Greco), Alfò (15’ st Sillah). A disposizione Aglianò, Ballatore, Giannetto, Amato. All. Gallo.

Arbitro: Arculeo di Catania. Assistenti: Artellini e Saracino di Ragusa

Reti: 13’ st Ficarrotta, 25’ st Cianci

Note: Presenti circa 500 spettatori, tra cui il sindaco Francesco Italia e l’assessore allo sport Andrea Firenze.  In tribuna, accanto al presidente Montagno, l’altro capintesta azzurro Alessandro Ricci, che non ha voluto perdersi il primo appuntamento ufficiale casalingo di stagione. Prima dell’inizio della gara, è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Sandro Degl’Innocenti, capitano azzurro degli anni 60 e 70 recentemente scomparso. I calciatori di mister Mascara hanno giocato con il lutto al braccio. Ammoniti Miraglia, Maiorano, Pepe, Rossitto, Giordano, Savasta, Federico Greco. Recupero 1’ e 6’.

Dopo la vittoria di misura dell’andata, il Siracusa si ripete e accede al secondo turno della Coppa Italia di Eccellenza, “cancellando” subito la sconfitta di domenica scorsa in campionato. Al “De Simone” Real Siracusa Belvedere battuto 2-0 con reti nella ripresa di Ficarrotta e Cianci. Pronti via e subito Montagno, per gli azzurri (per l’occasione in completo verde), chiama in causa Di Silvestro, che para il suo tiro centrale. Il 7 di casa gioca nel ruolo di prima punta, con Mascara e Ficarrotta a sostegno e Vidal, alla prima da titolare, tra le linee. Al 21’ primo tiro in porta anche del Real con Pepe, che impegna Genovese. Si gioca prevalentemente nella metà campo del Real ma il Siracusa non riesce a creare difficoltà agli avversari, fino alla mezz’ora quando Ficarrotta, su angolo, calcia verso la porta e un difensore, sulla linea, devia in angolo. Dalla bandierina, palla in mezzo per la testa di Cianci, che manda alto di poco. Il tempo si chiude senza altre emozioni.

Nella ripresa, i padroni di casa partono con un piglio diverso e al 12’ Montagno mostra un saggio della sua classe, superando in velocità un paio di avversari prima di essere fermato con un fallo al limite dell’area. Ficarrotta, sempre lui, prende la mira e bissa la splendida rete dell’andata, spedendo con il sinistro la sfera all’angolino. Al 20’ il numero 10 di casa crossa per il neo entrato Savasta, che calcia al volo, sfiorando il palo di destra. Un minuto dopo Schisciano, (anche lui appena entrato), prova il gran gol in rovesciata, palla fuori di poco. Poi Greco impegna Di Silvestro, che si rifugia in angolo. Dalla bandierina, arriva la stoccata vincente di Cianci che, appostato sul secondo palo, con un destro al volo, fa 2-0. Occasioni in serie per il Siracusa, che diventa padrone del campo e sfiora due volte il tris con Montagno. Emerge la differenza di valori, con gli azzurri che giocano in scioltezza,

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: