Concluso l’iter per avviare la gara per l’affidamento dei lavori del raddoppio ferroviario della tratta Messina-Catania, Paolo Ficara (M5S): “E’ una buona notizia”

Raddoppio ferroviario Messina - Catania. Garofalo: “Ci sono 872 ...

Il raddoppio ferroviario Messina-Catania è opera da 2,3 miliardi di euro di investimento interamente finanziato, attesa da almeno un ventennio. Prevede, oltre al raddoppio della linea ferroviaria tra Giampilieri e Fiumefreddo, lunga circa 42 km di cui l’85% in galleria, la realizzazione delle nuove fermate di Fiumefreddo, Sant’Alessio-Santa Teresa, Alcantara, Taormina, Nizza-Alì e Itala-Scaletta.
“Quel raddoppio di linea, lungamente atteso, porterà benefici a cascata sull’asse nord-sud della nostra regione e renderà possibili quegli accorgimenti sulle linee a cui stiamo già lavorando, d’intesa con il Mit, e che riguardano anche altre province, come quella di Siracusa”, commenta il vicepresidente della Commissione Trasporti della Camera, Paolo Ficara (MoVimento 5 Stelle).
Paolo Ficara, insieme al vice ministro Giancarlo Cancelleri, sottolinea come questo intervento: “creerà le condizioni per l’incremento dell’offerta ferroviaria siciliana e velocizzerà i servizi e il collegamento tra i capoluoghi di Catania e Messina, con benefici anche per i collegamenti con Ragusa e Siracusa. Non è di meno importanza, in un momento in cui si richiedono interventi di stimolo per l’economia, ricordare come un’opera da 2,3 miliardi significhi anche apertura di cantieri e lavoro per centinaia di persone”.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: