«Volevo ringraziare i carabinieri di Cesano Maderno e i pompieri di Desio per la loro professionalità. Ieri è stato un giorno da dimenticare». Così inizia il post che Salvo Veneziano, concorrente siracusano della prima edizione del Grande Fratello e che oggi gestisce diverse pizzerie in Brianza, scrive sul suo profilo Facebook. Nella notte di lunedì 12 settembre il suo locale di Cesano Maderno, in provincia di Monza, è andato a fuoco. Fortunatamente, in quel momento, non c’erano persone all’interno della pizzeria. Gli appartamenti sopra al locale sono stati evacuati, e una donna di 85 anni è stata trasferita in ospedale in codice giallo.  

Salvo Veneziano è distrutto, ma non si arrende. «Purtroppo il mio punto vendita di Cesano Maderno, dopo 15 anni cessa di esistere (per il momento) per un incendio che ha totalmente distrutto l’attività – aggiunge – Volevo puntualizzare che non è stato un incendio doloso. Come sempre ci rialzeremo più forti di prima».

L’allarme è scattato verso l’una di ieri notte, grazie ad una vicina di casa che ha sentito un forte odore di fumo. Sono stati allertati subito i soccorsi. Sul posto sono arrivate da Monza diverse squadre dei vigili del fuoco per domare il principio di incendio all’interno del locale che a quell’ora era chiuso.

Salvo Veneziano è conosciuto dal grande pubblico per essere stato nel 2000 uno dei concorrenti più amati della prima, storica, edizione del Grande Fratello su Canale 5.

La storia della pizzeria di Cesano Maderno risale a ben 15 anni fa, quando Salvo Veneziano riuscì a fondare uno dei suoi primissimi punti vendita proprio con i soldi, guadagnati non solo grazie al Grande Fratello ma anche alle innumerevoli ospitate di cui si era reso protagonista ai tempi.

La ricostruzione delle forze dell’ordine

A poche ore dalla pubblicazione del post sono iniziati ad emergere su alcuni quotidiani locali i dettagli sull’incidente. Come riportato da Il Cittadino di Monza e Brianza, le fiamme avrebbero iniziato a propagarsi nella notte fra domenica 11 e lunedì 12 settembre.

L’incendio (avvenuto alla sua Officina della Pizza di via Molino Arese in Frazione Molinella) avrebbe costretto gli occupanti dei quattro appartamenti al di sopra della struttura a evacuare le loro case. Non si registrano per fortuna vittime nell’incendio, che però non è stato privo di conseguenze: al di là della distruzione della pizzeria, si registra un’anziana donna 85enne intossicata dal fumo proveniente dal locale in fiamme e trasportata per ulteriori controlli all’ospedale di Desio.

Immediato è stato l’intervento dei Vigili del Fuoco, accorsi rapidamente per spegnere le fiamme. Il locale di Salvo Veneziano, al momento dell’intervento, era chiuso e non c’erano clienti all’interno. Per il momento è mistero sulle cause che hanno scatenato l’incendio: le indagini sono tutt’ora in corso.

Salvo Veneziano, in ogni caso, non ha “perso tutto”. L’ex gieffino è, infatti, il proprietario anche di un altro locale, aperto a Milano nel 2005.

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: