Siracusa, estate 2017: attività a tutto campo da parte dei Carabinieri

Il mese di agosto volge al termine ed è tempo di stilare un parziale bilancio dell’attività operativa del periodo estivo del Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa nel suo complesso e ciò non quale momento di autocelebrazione ma per dare doverosamente contezza al cittadino delle attività messe in campo come risposta alle richieste di sicurezza e di legalità ed anche per fare un esame obiettivo della adeguatezza delle strategie di intervento adottate in relazione alle citate esigenze e per, eventualmente, essere pronti a modificarle e renderle più incisive. Al di là dei numeri che di seguito verranno rappresentati, i Carabinieri della Provincia hanno incentrato il loro impegno, in primis, sul controllo del territorio e sull’attività di polizia giudiziaria e questo al fine di prevenire ogni forma di criminalità, compresa quella di natura predatoria. Servizi visibili ed in zone nevralgiche del territorio proprio per innalzare, nel possibile, le capacità di deterrenza. In questo ambito, è stata dedicata particolare attenzione ai reati connessi agli stupefacenti, il cui consumo rimane elevato anche tra i giovani, ed alle armi. Un alto impatto visivo con finalità preventive è stato ottenuto dall’impiego per tutta la stagione estiva della Stazione Mobile in Ortigia, che ha costituito punto fermo di riferimento per cittadini e turisti. Lo stesso dicasi per i due presidi estivi stagionali, resi operativi in Marzamemi ed in Agnone Bagni. Oltre a questo settore di preminente indirizzo anti delittuosità, i Carabinieri hanno rivolto il loro interesse ad ulteriori ambiti, anche perché a ciò sospinti da specifiche richieste, tra questi la salute pubblica (con servizi del NAS CC ed in collaborazione con l’ASP di Siracusa), la tutela del lavoro (con il NIL CC e la Direzione Territoriale del Lavoro), i fenomeni dell’abusivismo commerciale, della prostituzione e dei parcheggiatori abusivi, la sicurezza stradale (anche con mirate e reiterate campagne dedicate al corretto utilizzo del casco) e la sicurezza in mare (attraverso quotidiani controlli da parte della Motovedetta Maronese e del battello pneumatico). Inoltre, si è cercato di contrastare problematiche di degrado urbano, con servizi in collaborazione con la Polizia Municipale di Siracusa, nelle aree di parcheggio pubblico, quali il Talete e quello in Cassibile-Fontane Bianche. Un settore di notevole impegno è stato quello dell’ordine pubblico; ogni città, ogni località della Provincia ha visto lo svolgersi di feste, sagre e manifestazioni varie che hanno visto l’Arma essere, appunto, presente, con servizi di sicurezza e di ordine pubblico. Infine, considerate le particolari condizioni meteorologiche di questi mesi, caratterizzate da elevatissime temperature e scarse precipitazioni piovose, i militari dell’Arma hanno ritenuto di svolgere mirati servizi per contrastare sprechi e furti di acqua nonché prestato assistenza ai più bisognosi, anche attraverso la distribuzione di bottiglie d’acqua e l’apertura di tutte la Caserme con locali dotati di aria condizionata.

I principali risultati conseguiti sono i seguenti:

  • 184 persone arrestate;
  • 1027 persone deferite quali indagate;
  • 141 persone segnalate alla Prefettura per uso personale di sostanza stupefacente;
  • 163,7 chili di droga sequestrata tra cocaina, eroina, hashish e piante di canapa indiana;
  • 42 armi sequestrate tra fuoco e bianche;
  • 1148 contravvenzioni per infrazioni al codice della strada;
  • 148 incidenti stradali rilevati;
  • 38 servizi anti abusivismo commerciale con diverse centinaia di oggetti vari sequestrati;
  • 52 sanzioni amministrative a locali pubblici ivi comprese occupazioni abusive di suolo pubblico (oltre 25 mila euro di sanzioni);
  • 76 lavoratori in nero individuati;
  • 174 servizi di Ordine Pubblico per un totale di 604 Carabinieri impiegati;
  • 62 servizi a mare tra soccorso, assistenza e attività di polizia.

L’attività menzionata è stata svolta in piena aderenza alle linee di indirizzo istituzionali, in ossequio alle determinazioni assunte a livello locale in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Signor Prefetto, Dott Giuseppe Castaldo, ed in perfetto coordinamento con le altre Forze di Polizia e le altre compagini operative del territorio nonché in stretta collaborazione con le Amministrazioni locali.

 

Condividi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: